« Kitchen Wishes a Fabbrica Europa: cene e aperitivi d'arte | Main | Incantesimo di primavera: la panzanella verde »
venerdì
apr202018

10 cose da non fare mai in cucina

 
10 buoni consigli di Kitchen Wishes sui peggiori errori da evitare ai fornelli
 
La cucina... il regno di Kitchen Wishes!
 
Croce e delizia di tantissimi cuochi dilettanti e professionisti che si ingegnano a cucinare per lavoro o per piacere, in cerca del proprio linguaggio e della propria dimensione.
 
Oggi abbiamo voglia di darvi qualche dritta base... ma visto che questa rubrica si chiama "La ricetta che non c'è", riteniamo in tema dirvi, anziché cosa fare, cosa non fare mai quando ci si mette ai fornelli.
 
Ecco la nostra top ten di cose da evitare a ogni costo!
 
1. Fare quello che non ci sentiamo di fare
La cucina è anche questione di "pelle". Se un particolare piatto non lo sentiamo proprio nelle nostre corde, meglio evitare e trovare qualcosa altro, anziché accanirsi e farsi travolgere dalla frustrazione, con il risultato di perdere un po' di amore per la cucina.
 
2. "Lessare" la bistecca
Sarà che siamo toscani, sarà che per noi la bistecca o è al sangue o non è... ma la bistecca troppo cotta (anche se la chiamate "ben cotta") è un'offesa al decoro e all'arte culinaria. Poi, ovviamente, i gusti son gusti. Ah, un'altra cosa: prima di tagliare la carne, fatela riposare!
 
3. Cuocere il pesto
Abbiamo delle splendide linguine e un ottimo pesto fatto in casa. Non serve altro. Quando la pasta è cotta, scolarla e aggiungere il pesto "a crudo". Buttarlo in padella significa solamente farlo diventare nero e amaro. E a noi piace verde brillante.
 
4. Salare troppo
L'ideale sarebbe "salare il giusto", ma non sempre vi riuscirà. Anche perché il giusto è spesso soggettivo. Un modo di dire mai troppo lodato dice che il sale si può sempre aggiungere, ma toglierlo è difficile. Seguite questo principio quanto possibile... e siate moderati.
 
5. Buttare la pasta quando l'acqua non bolle
Regole di base, certo... ma sempre meglio ricordarle. La pasta si butta quando le bollicine saltano felici nell'acqua bollente, non un istante prima.
 
6. Mettere la roba sul fuoco e dimenticarla
Non dovrebbe essere necessario, ma meglio ricordarlo: in cucina è necessario tenere d'occhio tutto.
Lasciare al suo destino una pentola è sempre, o quasi, un comportamento rischioso. Dall'acqua che va di fuori alla pentola bruciata, dalla pietanza carbonizzata... all'incendio.
 
7. Usare i coltelli sbagliati
Per ogni alimento c'è il suo coltello... e poi c'è quel tipo di coltello che non va bene per nessun alimento: quello che "cuce". Un coltello che cuce non è buono a niente e renderà la vostra giornata da cuochi un inferno. Un'altra nota sui coltelli: quelli da cucina non vanno mai messi in lavatrice, ma lavati a mano.
 
8. Non aspettare che il forno arrivi alla temperatura giusta
Errore comunissimo: intanto che si aspetta, si butta la pietanza in forno. Sbagliato: il cibo entra in forno solo quando la temperatura è già quella giusta.
 
9. Fare dolci improvvisando
La cucina è l'arte dell'invenzione, il mondo della creatività, in cui tutto è possibile... con un'eccezione: i dolci. Con i dolci non si scherza.
 
Non c'è spazio per la vostra opinione: le ricette sono codificate - talvolta da secoli - da maestri dell'arte pasticcera, a volte da secoli, e non si possono fare "a modo mio" variando le dosi a occhio.
 
Non vi verrà fuori una "variante", ma una schifezza.
 
Avete presente le istruzioni per montare i mobili dell'Ikea? Avete notato cosa succede se vi azzardate a cambiare la sequenza anche solo di un passaggio? Ecco, è la stessa cosa.
 
10. Non assaggiare e non toccare il cibo
 
In cucina ci si sporca le mani. In cucina si assaggia tutto. Non è un posto per schizzinosi.
Senza un rapporto fisico, carnale tra il cibo e chi lo crea, senza che tutti i sensi vengano coinvolti, non ci sarà mai buona cucina.
 
La vista, l'udito e l'odorato da soli non bastano, ci vogliono necessariamente i due sensi che più vengono messi in gioco dal cibo: il tatto e il gusto.
 
Mettete "le mani in pasta", se volete scoprire la giusta consistenza di una polpetta o di una grigliata. Assaggiate sempre tutto, imparerete a distinguere le sfumature, il troppo, il troppo poco.
In cucina si torna bambini, ci si sporca, mescoliamo colori e sapori.
 
Vogliamo mettere, come undicesimo punto, un consiglio "in positivo": amate quello che state facendo. Il sapore migliorerà: è scientifico.
 
Appuntamento alla prossima puntata de "La ricetta che non c'è!"

Reader Comments

There are no comments for this journal entry. To create a new comment, use the form below.

PostPost a New Comment

Enter your information below to add a new comment.

My response is on my own website »
Author Email (optional):
Author URL (optional):
Post:
 
Some HTML allowed: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>