« 10 cose da non fare mai in cucina | Main | La ricetta della rinascita: i tortelli con le erbette di Kitchen Wishes »
giovedì
apr122018

Incantesimo di primavera: la panzanella verde

 
Invochiamo la primavera con la panzanella verde di Kitchen Wishes!
  
Aspettiamo il sole, le giornate lunghe, le passeggiate nella natura.
Ma soprattutto, non ne possiamo più di tutta questa umidità.
Non potrà piovere per sempre!
 
Per portarci avanti, visto che la bella stagione tarda ad arrivare, abbiamo deciso di evocare la primavera con una ricetta fresca, piena di verde e di sapori perfetti per le giornate che speriamo siano imminenti.
  
Ecco il nostro incantesimo, il nostro momento di magia positiva, la nostra danza del sole.
 
Breve storia della panzanella
 
La panzanella ha origini molto antiche, ne accenna anche Boccaccio nel Decameron, ed è un piatto tipico del centro Italia. Ce ne sono molte versioni (la nostra è l'ultima di una lunga serie), ma l'atto di nascita è semplicissimo: bagnare del pane secco, condirlo e unire le verdure dell'orto.
 
Una pietanza povera, contadina, fatta per non sprecare il pane
 
Per quanto riguarda l'origina del nome, è dubbia. Alcuni ritengono che venga dall'unione delle parole "pane" e "zanella" che significava zuppiera, mentre secondo altre fonti è una derivazione del termine "panzana" che in antico significava "pappa", anche se ha poi assunto il significato di "bugia".
 
Quel che conta, comunque, è che la bontà di questa leccornia saporitissima non è affatto una menzogna. La panzanella ha superato i secoli ed è giunta fino a noi in tutta la sua squisitezza!
 
Panzanella verde - Incantesimo di primavera
 
A questo punto, non c'è bisogno di altre parole: è il momento di scoprire questa esplosione di verde primaverile, tutta da assaporare!
 
Ingredienti
  • Fave fresche
  • Piselli freschi
  • Asparagi tagliati per obliquo abbastanza sottili
  • Pomodori verdi
  • Cipollotti freschi sottili
  • Basilico e menta in foglie
  • Olio, sale, pepe e aceto
  • Dadini di pane nero tostato con sale e un goccio d'olio
Comporre gli ingredienti secondo il proprio istinto e la propria creatività... e degustarla invocando il sole.
 
Appuntamento alla prossima puntata de "La ricetta che non c'è"

Reader Comments

There are no comments for this journal entry. To create a new comment, use the form below.

PostPost a New Comment

Enter your information below to add a new comment.

My response is on my own website »
Author Email (optional):
Author URL (optional):
Post:
 
Some HTML allowed: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <code> <em> <i> <strike> <strong>